Esploriamo l’Oasi di Sant’Alessio

In occasione della festa della Mamma quest’anno abbiamo optato per una gita familiare all’insegna della natura. Per me davvero non c’è regalo più grande del poter stare insieme, meglio se all’aria aperta e alla scoperta di qualcosa di nuovo.

La meta prescelta è l’Oasi di Sant’Alessio, un meraviglioso parco faunistico in provincia di Pavia, a pochi passi da Milano, nato con l’intento di creare un allevamento di specie in pericolo, per ripopolarne la natura.

IMG_0673

Ore 11.00 siamo all’ingresso del Parco, tutti pronti per la nostra spedizione: all’occorrenza vestiamo i panni degli esploratori, dei paleontologi, e degli amici di indiana jones… 🙂

Mappa alla mano, scopriamo che i percorsi da seguire sono due: quello Europeo e quello Tropicale.

Ha scelto LUI: cominciamo con quello Tropicale e ci ritroviamo subito nella voliera piena di meravigliose farfalle coloratissime e di colibrì.


oasi sant'alessio

Dopo la voliera, siamo entrati nella zona dedicata agli acquari, ai terrari dei rettili e degli insetti.  Seguendo il percorso indicato,  incontriamo coloratissime e velenose rane dell’Amazzonia: “guarda Mamma, come quella di RIO 2 Missione Amazzonia!!!

E passeggiando tra le più belle specie botaniche tropicali come l’albero del pane, quello del cacao, quello dei chiodi di garofano e molti altri; incontriamo Bradipi, Tartarughe, Formichieri e soprattutto il laghetto dei Fenicotteri di Cuba che ci hanno incantati.

oasi sant'alessio

Il percorso si conclude riportandoci all’Area dedicata al Ristoro. C’è un Bar e un’area in cui si può pranzare al sacco oppure usufruire della grigliata di carne mista e patatine, che viene fatta ogni domenica (14€ il piatto completo, 10€ menù bambini).

Consumato il nostro pranzetto, dopo un passaggio all’area gioco per fare due tiri con la palla e un giro allo scivolo, riprendiamo il nostro percorso da esploratori per visitare l’area Europea.

Il percorso inizia con un recinto in cui vive una coppia di Cavalli di Pzewalski, estinti in natura. Abbiamo poi passeggiato tra paludi e stagni ammirando Gru e Fenicotteri selvatici. Intorno a un laghetto, a cielo aperto, abbiamo potuto osservare Aironi cenerini, Cicogne, Caprioli. Nel bosco abbiamo intravisto anche il Martin pescatore.

E’ stato molto bello poter ammirare la natura attraverso i tunnel naturalistici dell’Oasi nascosti alla vista degli animali. Sono percorsi costruiti per nascondere i visitatori e permettere loro di osservare da vicino gli abitanti dell’Oasi.

Ermanno Olmi, ha definito l’Oasi “il giardino dell’Eden” (guarda video), dove l’uomo torna in comunione con la natura.

Per noi è stato davvero un posto incantato che ci ha catapultati in Amazzonia e  ci fatto sentire degli esploratori. Grosse risate e tanto stupore. Come prima gita della stagione il nostro voto è altissimo!!!

Ci torneremo di sicuro!

oasi sant'alessio

 

I graditissimi ringraziamenti dalla pagina Facebook dell’Oasi di Sant’Alessio!

oasi sant'alessio

 

Alessia Scordo

Mi chiamo Alessia, sono una Sociologa appassionata di Comunicazione. Da anni lavoro in Università dove mi occupo di Comunicazione e di Formazione post-Experience, un mondo che amo e che mi consente di stare a contatto con le persone che hanno sempre voglia di evolvere. Ho tante passioni e soprattutto ho sempre voglia di mettermi in gioco e di sfidare me stessa. Per questo motivo, quando ho scoperto che sarei diventata mamma, ho deciso di lanciare un progetto imprenditoriale e un blog sul Baby Shower Party. Baby che...??? In effetti è stata la solita sfida... Per chi ancora non sapesse cos’è il Baby Shower vi rimando ai post pubblicati sul sito. In questo spazio ho deciso di scrivere non solo di Party ma anche di altre cose che mi piacciono e che penso possano piacere ad altre mamme e donne che hanno la buona e sana abitudine di curiosare in rete. La mia più grande fonte di ispirazione? Ovviamente Lui, la persona che ha reso unica la mia vita e che ogni giorno tira fuori il meglio (e a volte anche il peggio) di me... Se avete voglia di seguirmi, curiosate tra le pagine di questo blog, se volete conoscermi meglio mi trovare anche in altri spazi social: Linkedin, Facebook e Twitter.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Commenta