Expo 2015: attività per i Bambini

Manca davvero pochissimo e si apriranno al mondo le porte di “Expo Milano 2015”. Io ho deciso che NOI ci saremo!

A prescindere da tutto quello che si dice e che si sente da mesi, dalle polemiche più inutili, alle pubblicità più stupide, ho deciso che mio figlio DEVE partecipare a EXPO 2015.

Difficilmente capiterà di nuovo di prendere parte a un simile “grande evento”. Noi siamo fortunati perchè viviamo a due passi e non affacciarsi a dare uno sguardo, sarebbe davvero un peccato.

Mentre mi informo per capire dove sia più economico acquistare i biglietti, mi documento anche sulle attività che potremo fare insieme, una volta che saremo lì.

Ecco le attività tra le quali sceglieremo, ammesso che un giorno di visita possa bastare!!! 🙂

children park expo 2015Visitare il Children Park: sarà il luogo principale in cui sicuramente incontreremo le famiglie con bambini sotto i 10 anni per visitare Expo. Si tratta di un enorme giardino che prevede otto tappe e otto aree gioco, ognuna delle quali propone un gioco e una riflessione sul tema «Ring around the planet, ring around the future». Nel parco saranno organizzati e tenuti da educatori specializzati, tre Laboratori dedicati al tema dell’acqua, del risparmio energetico e della raccolta differenziata. A Noi i Laboratori piacciono tanto!!! 

Per raggiungere il Children Park pare occorrerà percorrere metà del Decumano.

Sicuramente una voltà lì incontreremo Foody, la celebre mascotte di Expo 2015 che sfilerà ogni giorno, alle 11.30 e alle 16, in una parata a suon di musica nel Children Park,  in compagnia di altri “amici” vegetali. Sempre nel Children Park, piccoli dai 4 anni, potranno partecipare alle «avventure nell’orto» con la possibilità di seminare e piantare con piccole zappe.

Ci stiamo già esercitando col nostro Orto casalingo 🙂

Proveremo a visitare il centro sportivo attrezzato da Kinder per sensibilizzare i genitori sull’importanza del movimento per combattere l’obesità infantile. Si trova vicino al Children Park, a metà del Decumano e sulla destra rispetto all’ingresso.

Non possiamo perderci poi il Padiglione Zero: lo zoo virtuale dove ammirare tutti gli animali  riprodotti in scala, presenti in molti Paesi che partecipano a Expo e conoscere la fauna di diversi continenti.

Ovviamente non possiamo saltare la visita al Padiglione Italia dove ammireremo l'”Albero della Vita”. Il padiglione si  trova all’incrocio tra il Cardo e il Decumano, vicino al Lake Arena. Pare che nella zona del Lake Arena sono state ricreate delle zone desertiche con tanto di piroghe del Mali, tende dei beduini, pozzi a cui attingere l’acqua e cammelli su cui si potrà salire. :-O

albero della vita

Abbiamo anche scelto due Cluster da visitare assolutamente: il Cluster del cacao e cioccolato (dopo l’ingresso dalla porta Ovest), per fare tanti assaggi golosi nella fabbrica di cioccolato e per scoprire come si crea il cioccolato attraverso un laboratorio creativo; il Cluster delle isole per imparare a pescare come fanno i Maldiviani nelle loro isole, proteggendo i coralli e pescando solo ciò che serve.

Se ci rimane tempo (cosa che dubito fortemente!!!) e forze (non oso immaginare!!!) potremo visitare anche qualche Padiglione di altri Paesi. Pare che in quasi tutti siano state previste aree didattiche per i più piccini: in quello della Svizzera nel suo kids corner, si faranno delle cacce al tesoro; nel padiglione dell’Austria saranno organizzate attività con il Museo dei Bambini di Vienna a base di bolle gonfiabili. Il Qatar ha messo su un vero luna park con un’area creativa di gioco solo per bambini.

Questo aspetto della multiculturalità è quello che più mi attrae di Expo: la possibilità di vivere e scoprire altri Mondi, respirare altre culture, altrimenti molto lontani.

Spero proprio ci divertiremo!!!  🙂

Info importanti per le famiglie: i bambini fino a 3 anni entrano gratis. Dovete ritirare il biglietto all’Expo Gate di Piazza Cairoli o alla biglietteria dell’Expo. Sul sito di EXPO c’è la sezione Accoglienza Famiglie con importanti informazioni per agevolare la visita a chi arriva con i bambini. Si può scaricare la Mappa realizzata da Chicco con le indicazioni di tutte le Aree Nursery e i vari servizi “Baby Friendly“.

Alessia Scordo

Mi chiamo Alessia, sono una Sociologa appassionata di Comunicazione. Da anni lavoro in Università dove mi occupo di Comunicazione e di Formazione post-Experience, un mondo che amo e che mi consente di stare a contatto con le persone che hanno sempre voglia di evolvere. Ho tante passioni e soprattutto ho sempre voglia di mettermi in gioco e di sfidare me stessa. Per questo motivo, quando ho scoperto che sarei diventata mamma, ho deciso di lanciare un progetto imprenditoriale e un blog sul Baby Shower Party. Baby che...??? In effetti è stata la solita sfida... Per chi ancora non sapesse cos’è il Baby Shower vi rimando ai post pubblicati sul sito. In questo spazio ho deciso di scrivere non solo di Party ma anche di altre cose che mi piacciono e che penso possano piacere ad altre mamme e donne che hanno la buona e sana abitudine di curiosare in rete. La mia più grande fonte di ispirazione? Ovviamente Lui, la persona che ha reso unica la mia vita e che ogni giorno tira fuori il meglio (e a volte anche il peggio) di me... Se avete voglia di seguirmi, curiosate tra le pagine di questo blog, se volete conoscermi meglio mi trovare anche in altri spazi social: Linkedin, Facebook e Twitter.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Commenta