Per le NeoMamme: rientro a casa dopo il parto

La famosa frase “qualcuno doveva avvisarmi prima su ciò che mi aspetta” non è mai stata più azzeccata per la Neomamma che torna a casa dall’ospedale col suo pargoletto appena nato!

Senza troppo voler generalizzare, io ci provo a spiegare qualcosa… 🙂 Mamma avvisata….

1 Panico. Quando stai per essere dimessa ci sono due alternative: “oggi le comiche” oppure “oddio inizia la tragedia”!!! Nel primo caso comincia la bagarre col marito/compagno, mamma, suocera, parenti, amiche annessi e connessi: da come montare l’ovetto in macchina a come vestire il pargolo per la prima uscita. Nel secondo inizia la “tragedia interiore”.Peggio mi sento se mi ritrovo in entrambi.

2 Smarrimento. Che ci faccio adesso con “Questo” in braccio? Ho letto tutti i manuali di pedagogia, ho ascoltato ostetriche, le tate, ho visto programmi tv e sorbito le prediche di mamme, amiche ecc… Però “Questo” è MIO e ha bisogno di me! Che faccio? Come funziona adesso???

3 Ansia. Come faccio a riprendere a far tutto con “Questo/a” qui che non mi molla un attimo??? Casa mia era una bomboniera e adesso sembra un campo di battaglia! Dov’è mio marito???!!!

4 Sono una zombie. A prescindere dal dolore fisico del post-parto, mi guardo allo specchio e vedo una zombie, anzi mi guardo allo specchio e proprio non mi riconosco. Ma la maternità non doveva essere una gioia??? Ma si dai, ora mi sorrido, mi do una pacca sulla spalla e tutto passa. Magari anche quello smette di piangere!!!

5 Non rompete. Ok, ho avvisato tutti gli amici son SMS, post programmati e passaparola, che il lieto evento si è compiuto. Adesso MOLLATEMI!!! Non venite a trovarmi se non ve lo chiedo, non telefonatemi che non ho tempo di rispondere, se la mia chat è attiva, sarà un fake. Io non ho tempo di fare NULLA!!!

6 Come si fa??? Come lo attacco al seno? In ospedale era tutto facile?! Ma devo pesarlo prima e dopo? Come funziona il tiralatte? Dov’è il foglietto per scrivere gli orari in cui lo allatto??? Il pannolino ce la faccio, l’ombelico da medicare mi fa impressione!!! Pulire il nasino? Ho gli occhi annebbiati dalle lacrime e non ci vedo… 🙁

7 Rilassati: NON sei Wonder Woman. Non esiste, te l’hanno mai detto???  Sei in buona compagnia, siamo tutte più o meno sulla stessa barca. Tutte smarrite e tutte piene di dubbi, di stress, in preda agli sbalzi ormonali.

Ma sappi una cosa, da quando LUI o LEI arriveranno, nulla sarà più come prima, Tu non sarai la stessa di prima. Avrai una grande opportunità: costruire insieme il Vostro futuro,  in ogni momento. Anche quello che ti sembrerà il meno bello, devi viverlo, ridimensionarlo e pensare che è unico e che fa parte della Vostra nuova Storia!

Ps1: puoi sempre chiedere AIUTO a chi ti pare!!! 🙂

Ps2: guarda che tutto passa e crescono in fretta!!! 🙂

Alessia Scordo

Mi chiamo Alessia, sono una Sociologa appassionata di Comunicazione. Da anni lavoro in Università dove mi occupo di Comunicazione e di Formazione post-Experience, un mondo che amo e che mi consente di stare a contatto con le persone che hanno sempre voglia di evolvere. Ho tante passioni e soprattutto ho sempre voglia di mettermi in gioco e di sfidare me stessa. Per questo motivo, quando ho scoperto che sarei diventata mamma, ho deciso di lanciare un progetto imprenditoriale e un blog sul Baby Shower Party. Baby che…??? In effetti è stata la solita sfida… Per chi ancora non sapesse cos’è il Baby Shower vi rimando ai post pubblicati sul sito. In questo spazio ho deciso di scrivere non solo di Party ma anche di altre cose che mi piacciono e che penso possano piacere ad altre mamme e donne che hanno la buona e sana abitudine di curiosare in rete. La mia più grande fonte di ispirazione? Ovviamente Lui, la persona che ha reso unica la mia vita e che ogni giorno tira fuori il meglio (e a volte anche il peggio) di me… Se avete voglia di seguirmi, curiosate tra le pagine di questo blog, se volete conoscermi meglio mi trovare anche in altri spazi social: Linkedin, Facebook e Twitter.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Commenta