“Supereroi” al Pronto Soccorso

Amo il venerdì sera, lo attendo con ansia, è la serata che mi godo di più durante la settimana“. Non ho neanche smesso di dirlo che mi ritrovo in fuga verso casa.

SOS, pronti via, stasera giretto al Pronto Soccorso. Da quando c’è LUI, ho scoperto che può diventare un posto quasi familiare.

Accettazione ore 18.00. Ore 20.00 siamo ancora in attesa di essere visitati. Non sai cosa è peggio: tenerlo a casa sperando che qualunque cosa sia passi, oppure aspettare in sala d’attesa e pregare in tutte le lingue del mondo affinché non ce ne torniamo con chissà cos’altro!!!

supereroiMamma: ma cosa mi devono fareQuanto ci vuole ancora? Ho fame (vuol dire che sta meglio!?), ho sete (pronti con la borraccia di Spiderman), sono stanco (sapessi IO!!!). Posso stare in braccio???” (ma sì dai, facciamo una bella passeggiata in 2 metri quadri!!!).

“Papà: non mi rimetteranno mica le ragnatele come Peter Parker??? Io non voglio!!!

Che tradotto vuol dire: non mi faranno le analisi del sangue???

Ma dai, se sei un Supereroe, dovrai rimetterle queste ragnatele”

E mi prendono anche le misure per l’armatura di Iron Man??? Io stavolta voglio la Mark 42!!!”. “Vabbè dai, adesso vediamo di ordinarla, tu stai fermo che prendono bene le misure”. Una lastra non si nega a nessuno!!!

Ore 22.00 in ritorno verso casa. “Mamma: quando dici che arriva l’armatura che abbiamo ordinato stasera???” “Presto, direi di pensarci domani, ora è meglio andare a nanna…”

Posso dormire con i miei Supereroi???” “Certo Amore, anche Mamma e Papà ringraziano i tuoi Supereroi!!!

Alessia Scordo

Mi chiamo Alessia, sono una Sociologa appassionata di Comunicazione. Da anni lavoro in Università dove mi occupo di Comunicazione e di Formazione post-Experience, un mondo che amo e che mi consente di stare a contatto con le persone che hanno sempre voglia di evolvere. Ho tante passioni e soprattutto ho sempre voglia di mettermi in gioco e di sfidare me stessa. Per questo motivo, quando ho scoperto che sarei diventata mamma, ho deciso di lanciare un progetto imprenditoriale e un blog sul Baby Shower Party. Baby che…??? In effetti è stata la solita sfida… Per chi ancora non sapesse cos’è il Baby Shower vi rimando ai post pubblicati sul sito. In questo spazio ho deciso di scrivere non solo di Party ma anche di altre cose che mi piacciono e che penso possano piacere ad altre mamme e donne che hanno la buona e sana abitudine di curiosare in rete. La mia più grande fonte di ispirazione? Ovviamente Lui, la persona che ha reso unica la mia vita e che ogni giorno tira fuori il meglio (e a volte anche il peggio) di me… Se avete voglia di seguirmi, curiosate tra le pagine di questo blog, se volete conoscermi meglio mi trovare anche in altri spazi social: Linkedin, Facebook e Twitter.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Commenta